Pubblicati da Stefano

Il Veneto che fa cultura

Un po’ a sorpresa, silenziosamente, sommessamente, senza pretese, senza averlo programmato, dunque senza strategie e ancor meno proclami, il Veneto – inteso come terra, come cultura, come lingua – torna a essere presente sul palcoscenico nazionale. Non è un effetto della politica, ancor meno delle istanze autonomistiche. Quel Veneto lì, certo, è presente: ma a […]

Il dovere di governare le migrazioni

29 Ottobre 2019 Articoli Il dovere di governare l’immigrazione STEFANO ALLIEVI, MASSIMO LIVI BACCI 347Shares Il discorso sulla migrazione è stato sequestrato, negli ultimi tempi, dal dibattito su profughi e irregolari. Stefano Allievi e Massimo Livi Bacci allargano il discorso, suggerendo dodici proposte concrete volte a governare il fenomeno, alcune fattibili subito altre da mettere […]

Trasformazioni della famiglia

Senza famiglia Blog 1 Novembre 2019 di: CONFRONTI di Stefano Allievi. Sociologo, Professore di Sociologia presso l’Università degli studi di Padova. La famiglia – considerata dagli antropologi un “universale culturale” – fino ai suoi albori si è conformata come un’unità produttiva e riproduttiva. Al giorno d’oggi molte parole vengono spese per definire i “modelli” possibili […]

Perché i giovani se ne vanno dall'Italia

Era ora che si aprisse un dibattito vero sulle emigrazioni italiane verso l’estero: anche se sorprende la sorpresa per la scoperta – sono riprese, a ritmi crescenti, da anni. Ed è bene che si provi – finalmente – a mettere sul tavolo soluzioni, e non solo slogan. Ma per poterlo fare con cognizione di causa, […]

I millennials e noi: un confronto tra generazioni

Nella nostra libido definitoria li abbiamo chiamati in molti modi: Me generation, Net generation, generazione Peter Pan, generazione Y (che segue la generazione X nata tra i ’60 e gli ’80, e precede la generazione Z nata dopo il 2000 – la domanda è come si chiamerà la prossima: si ricomincerà dalla A?). Ma l’espressione […]

Immigrazione: un'agenda per il governo

Il nuovo governo c’è. Il nuovo ministro dell’Interno anche. E già questo rappresenta un cambiamento importante: non solo di stile, ma di sostanza. Il ministro Matteo Salvini era un leader di partito, impegnato in una campagna elettorale permanente alle cui esigenze ha piegato il suo ruolo istituzionale, che attraverso un uso massiccio dei media tradizionali […]