Se una notte d'inverno un elettore…

Mi sveglio, leggo i giornali e qualche post su facebook, e scopro che Renzi è un grande statista: lo dicono quelli del suo stesso partito che fino all’altro ieri lo consideravano uno di destra, un berluschino teleguidato da Gori, un ragazzino arrogante, un corpo estraneo al PD, incompatibile con la sinistra e persino con il centrosinistra.
A rigor di logica: o è cambiato Renzi, o sono cambiati gli altri.
Leggo meglio le dichiarazioni di Renzi, e i suoi comportamenti. Sta facendo esattamente quello che aveva sempre detto che avrebbe fatto, se avesse perso le primarie.
A rigor di logica: qualcuno, fino all’altro ieri, aveva più ragione di qualcun altro. Nessun problema: anzi, è una buona notizia che lo si scopra – meglio tardi che mai. Ma ammetterlo, che ci si era sbagliati, una volta tanto, no?
O, dormendo, mi sono perso qualcosa?